Antonio Strinna   Home L'autore Opere Recensioni Diario Immagini Contatti
Il paese clandestino - Antonio Strinna - Arkadia editore
 
Diario
sg_14
QUELLA TENEBRA

SOPRA LA COLLINA E LE CASE DEL PAESE

Quella tenebra paurosa viene solcata da una striscia abbagliante
e il lontano brontolare del tuono fa tremare le case di Osilo.
(“L'alcaide di Longone. Osilo”. Carlo Brundo. Cagliari 1870)


Quando mai vento, freddo e neve ti hanno risparmiato
o solo accarezzato con la discreta tenerezza dei bambini?
Forse per questo non distingui case da rocce, cielo da terra,
e guardi lontano, passato e futuro, senza mai lasciare le tue radici.

Il tuono diviene minaccia, talvolta sino a suscitare paura,
ma il coraggio resiste, trema ma non cede allo spavento,
ancora meno il lusso di rinunciare a se stesso, al domani
e a un canto nuovo, abbagliante, che non sia soltanto dolore.

Quale tenebra, affrontata con occhi di luce, non potrebbe
dissolversi a ogni pensiero, a ogni rinata speranza?
Abbiamo dubitato, è vero, ma poi ci siamo ripresi i nostri sogni
e abbiamo ritrovato la nostra casa, il nostro irrinunciabile cammino.

Stampa questa pagina Stampa questo Articolo
 
 
 


Colonna sonora di Marco Piras
 

   © ANTONIO STRINNA - 2017
realizzato da IMPRENTA - Siti internet Sardegna - Sassari